“Per dire no a questa Ztl, siamo pronti a chiamare a raccolta i cittadini raccogliendo le firme e indicendo un referendum comunale: bisogna opporsi a questo scippo in piena regola”. Lo dichiara il vice capogruppo del Pd a Sala delle Lapidi Sandro Leonardi.

“Non fare alcuna differenza tra un suv e una utilitaria la dice lunga sul vero obiettivo di questa amministrazione: usare la Ztl per fare cassa e coprire la propria cattiva gestione, anziché modernizzare l’Amat che va avanti solo grazie alla buona volontà dei suoi dipendenti – continua Leonardi – i 30 milioni saranno un bollo auto comunale che finanzia un servizio ridimensionato e inefficiente”.

“Ma il sindaco Orlando ha fatto anche di peggio: oltre alla Ztl, ha anche deciso di aumentare tutte le strisce blu a un euro, con quasi mille stalli in più, senza prevederne di gratuiti. Il Pd ha avanzato le sue proposte chiedendo una differenziazione in base alla cilindrata, il no al taglio delle linee e obblighi precisi per l’Amat con un sistema di penali: emendamenti tutti bocciati dalla maggioranza – continua Leonardi – mi auguro solo che questa amministrazione faccia funzionare il tram a dovere, visto che per realizzarlo abbiamo sventrato la città, abbattuto mille alberi, fatto un mutuo da 87 milioni di euro. Due cordoli di cemento avrebbero permesso comunque di utilizzare gli autobus elettrici: non era forse più conveniente?”.