Un’app per smarthphone finalizzata a ridurre il traffico e l’inquinamento in una delle città più congestionate d’Italia, Palermo. Si chiama “trafficO2” il progetto di innovazione sociale per la mobilità urbana presentato nel capoluogo siciliano.
TrafficO2, realizzato con fondi PON, ed elaborato dalla civic startup palermitana Push, permetterà agli utilizzatori dell’app di ottenere dei premi in cambio di spostamenti sostenibili. La sperimentazione coinvolgerà in primo luogo gli studenti dell’Università di Palermo che possono candidarsi per partecipare al worshop che si terrà dal 21 al 23 novembre e dopo il quale verranno selezionati da 60 a 70 studenti che potranno usufruire dell’app.

Una volta scaricata l’app, bisognerà selezionare sulla mappa il punto di partenza e quello di arrivo per visualizzare come muoversi, a piedi, in bici, con i mezzi pubblici o facendo car pooling. A seconda del grado di sostenibilità della scelta effettuata si avrà diritto a dei punti o buoni sconto da utilizzare presso gli sponsor che aderiscono all’iniziativa.

Maggiore vivibilità e rispetto dell’ambiente, due obiettivi ambiziosi che implicano un profondo mutamento culturale ma soprattutto un sistema di trasporto pubblico efficiente che a Palermo ancora non c’è.

“Palermo è una città – dichiara l’assessore comunale a Infrastrutture e Mobilità, Tullio Giuffrè – che per la sua complessità territoriale, economica e sociale ha sinora garantito li trasporto solo su gomma. Il Comune di Palermo crede in questo progetto di nuova e più responsabile mobilità, per questo sta investendo ogni suo sforzo per la realizzazione delle linee di trasporto pubblico”.