La mamma ha trovato la piccola cianotica. Ansimava nella culletta. Ha chiamato il 118.  Era in preda alla disperazione. I minuti di attesa dell’ambulanza sono sembrati un’eternità. La piccola di due mesi stava sempre peggio. Così insieme al marito e alcuni partenti hanno preso la piccola e l’hanno trasportata al pronto soccorso di Villa Sofia. Una corsa contro il tempo da via Agesia di Siracusa allo Zen 2 di Palermo. I medici dell’ospedale del reparto di Terapia intensiva hanno fatto di tutto per salvarla, ma non c’è stato nulla da fare.
La notizia della morte della piccola ha gettato nella disperazione i familiari che hanno danneggiato l’astanteria del  pronto soccorso. Alcune sedie rotte. Un vetro in frantumi. Coperto dal personale sanitario con un scotch e cartone.  E’ stato necessario l’intervento di tre pattuglie di polizia per fermarli.