Licenziati due medici dipendenti dell’Asp di Trapani, Giacinto Raspanti e Angelo Rizzo, che erano stati condannati, un anno fa, rispettivamente a 5 anni e a 5 anni e 3 mesi di reclusione perché riconosciuti colpevoli di associazione a delinquere, truffa, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici in una inchiesta riguardanti falsi incidenti stradali.

Per gli avvocati difensori si tratterebbe di una “decisione aberrante”, trattandosi di una sentenza di primo grado.