Accecato dalla gelosia, convinto che la sua compagna con cui aveva avuto due figli, lo tradisse ha afferrato un coltello da cucina e l’ha colpita tre volte.

L’ultimo ‘femminicidio’ a Canicattini Bagni in provincia di Siracusa. Ieri sera Florin Gheorghe Ton, romeno di 41 anni, ha ucciso la sua compagna Maria Ton di 36 anni.

Prima del delitto avvenuto in via Garibaldi 108, dentro la casa che i due avevano in affitto da un mese e mezzo c’è stata una furiosa lite. Per quel motivo, la gelosia, che faceva impazzire Gheorghe: al culmine del litigio, i colpi di coltello che hanno ucciso la donna.

Gheorghe Ton si è subito reso conto di avere commesso un crimine terribile e con la voce rotta dal pianto ha chiamato i carabinieri della stazione di Canicattini che in pochi minuti si sono presentati nell’abitazione della coppia di romeni. Dentro l’abitazione piena di sangue, segni inevitabili della lite finita malamente. In caserma l’uomo ha fatto parziali ammissioni, poi si è chiuso in sé e non ha più pronunciato parole.

L’indagine, coordinata dal procuratore di Siracusa Francesco Paolo Giordano, è scattata subito ed è stata affidata ai carabinieri della compagnia di Noto.

Gheorghe Ton – rinchiuso nel carcere di Cavadonna (Siracusa) – ha precedenti penali per reati contro la persona, qualcuno in paese dice che era solito picchiare la moglie, in tanti ricordano la sua profondissima gelosia che lo portava spesso a litigare con Maria anche che per banalità. Lui era convinto che nessuno poteva rivolgere anche un solo sguardo alla sua compagna.

Questo suo amore possessivo nel tempo si era complicato perché Maria faticava sempre di più per convincerlo della sua convinzione sbagliata. Ieri sera il dramma tra le mura domestiche. All’ora di cena.