L’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Mario Centorrino plaude all’idea dell’assessore Nino Strano di incentivare il turismo siciliano “creando un ambiente aperto e favorevole a possibili fruitori omosessuali”.

Centorrino parla di “grande tradizione di tolleranza e di civiltà che la nostra isola ha sempre espresso, non solo Von Gloeden ma anche André Gide, Roger Peyrefitte e tanti altri raffinati intellettuali omosessuali hanno segnato gli anni ’50 della elitaria ed eccentrica Taormina”.

“C’è da aggiungere – sottolinea – che, in un contesto nazionale in cui alcuni sindaci leghisti del Nord alzano barricate o scavano fossati per evitare contaminazioni di sorta, la Sicilia, sempre all’avanguardia, puo’ e deve essere maggiormente propositiva, più accogliente, più aperta a tutte le espressioni di vita e di libertà. Senza odiose emarginazioni. Insomma, una Sicilia con un supplemento d’anima”.

Fonte: Italpress