Basta fondi a valere sul Fesr (Fondo Europeo di sviluppo regionale) fino a quando la Sicilia non chiarirà alcuni aspetti riguardanti i controlli sulla spesa delle risorse strutturali.

È la decisione di Bruxelles, comunicata in una lettera inviata all’ambasciatore italiano Ferdinando Nelli Feroci e al dirigente generale del dipartimento Programmazione della Regione siciliana. La missiva è stata firmata dal dirigente generale della politica regionale e urbana di Bruxelles, Walter Deffaa.

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale è uno fondi strutturali dell’Unione Europea. E’ lo strumento principale della sua politica regionale ed è gestito dal commissario europeo per la politica regionale.

Intanto da questa mattina gli ispettori dell’ufficio antifrode dell’Unione europea (Olaf) sono negli uffici del Dipartimento della formazione a Palermo. Accolti dalla dirigente Anna Corsello i funzionari stanno effettuando alcune verifiche sulla spesa dei fondi comunitari destinati alla Formazione. I funzionari hanno avuto un colloquio anche con l’assessore Nelli Scilabra.