Samir Ujkani vuole riscattarsi. Lo scorso anno è finito nel mirino della critica per alcuni errori commessi, poi è arrivato il trasferimento al Chievo quando a Palermo è arrivato Sorrentino. Quest’anno il ritorno in Sicilia e dopo l’infortunio del numero 1 il kosovaro è tornato titolare contro il Latina.

Ho sentito la fiducia della società e per questo sono rimasto qui – spiega in conferenza stampa – Noi abbiamo solo un obiettivo, tornare in serie A. Stefano è un grande amico, sono contento di poter lavorare con lui, posso imparare molto, mi dispiace per il suo infortunio e spero che torni presto. Per me è stato bello tornare a giocare da titolare, ringrazio i tifosi che mi hanno applaudito a inizio partita e i miei compagni che mi hanno sempre fatto sentire importante, anche lo scorso anno nei momenti difficili”.

Ujkani affronterà da titolare il Novara, ovvero la sua ex squadra al quale è rimasto legato: “Sono stati tre anni fantastici per me, ma io sono un giocatore del Palermo, amo questa città e farò di tutto per fare vincere il Palermo sabato. Ringrazio il mister per la fiducia e continuo a fare il mio lavoro. Spero di rimanere a lungo qui. Quest’anno abbiamo un grande gruppo, tutti siamo uniti”.

Ujkani ha parlato delle differenze tra Serie A e Serie B: “In B magari arrivano meno palloni. Sorrentino mi ha consigliato di stare più attento, più concentrato e parlare di più con i compagni. E’ meglio quando arrivano dieci tiri, è più facile restare concentrato”.

SANNINO: “PALERMO NEL CUORE”

SI FERMA LA CORSA DI IACHINI