Un albo rivolto ai circa 24mila precari che da oltre 25 anni lavorano nella pubblica amministrazione e che contempla meccanismi di stabilizzazione negli enti”. E’ la proposta di legge del vicepresidente vicario dell’Assemblea regionale siciliana Antonio Venturino che la prossima settimana verra’ discussa in Commissione Lavoro.

Nel caso in cui i posti previsti in organico siano gia’ completi, la creazione di un ruolo sopranumerario che permetta ai precari di proseguire il loro rapporto di lavoro – afferma Venturino – con gli enti, con la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, valorizzando l’esperienza professionale acquisita”.

“Occorre che l’Assemblea regionale, il Governo con il coinvolgimento dello Stato e i sindacati – osserva Venturino – mettano fine una volta per tutte a questo calvario istituzionale di Stato anche per un senso di civilta’. Ormai da anni assistiamo alla persistente violazione del buon senso istituzionale dello Stato, incapace di trovare una soluzione definitiva, che ha proseguito ad alimentare la precarieta’ spacciandola per flessibilita’”.