Tempi duri, anzi, durissimi, per i sindaci della provincia di Agrigento. Oggi è toccato al capo dell’amministrazione di Siculiana, una donna, Mariella Bruno, nella foto, a cui è stata recapitata una busta contenente dei proiettili, corredati, anche stavolta, da frasi ingiuriose.

Come nel caso di Angelo Graci, il sindaco di Licata, gli inquirenti stanno mantenendo il massima prudenza sui dettagli e sui moventi del gesto. Ad amareggiare è però il ripetersi di un fenomeno che in provincia di Agrigento sta quasi diventanto una pericolosa routine contro i rappresentanti delle istituzioni. E la notizia arriva proprio all’indomani dell’incontro tra il presidente della provincia Eugenio D’Orsi con l’amministrazione di Licata, per dire basta alle intimidazioni.

Foto: Comunicalo.it