E’ il primo italiano a sbarcare alla Royal Academy of Dramatic Arts di Londra. Si tratta del performer palermitano Ernesto Tomasini, uno dei pochissimi cantanti al mondo con una potente estensione di 4 ottave. È stato definito da più parti “una star della scena alternativa”

La Royal Academy of Dramatic Arts di Londra, è un’istituzione nell’arte che ospita ed ha ospitato leggende inglesi di cinema e teatro. È attualmente sotto la presidenza di Kenneth Branagh e ha fra i suoi membri associati ci sono Ralph Fiennes, Helen Mirren e Ian Holm, tra i nomi di chi l’ha frequentata Vivien Leigh, Peter O’Toole e Anthony Hopkins. Star mondiali ed incommensurabili, a cui si unirà idealmente un italiano, il prossimo mercoledì, 20 gennaio 2016 alle 19.30. E’ il performer palermitano Ernesto Tomasini, che avrà il grande onore di tenere una lezione concerto per docenti e studenti, aggiungendosi alla prestigiosa lista, che nei 112 anni di vita l’Accademia Reale ha visto succedersi, in masterclass oramai storiche, nomi come George Bernanrd Shaw, Sir John Gielgud e Daniel Day Lewis.

Nato a Palermo nel ‘68, e formatosi tra gli Stati Uniti e l’Italia, Tomasini da 23 anni vive a Londra e si esibisce sui più prestigiosi palcoscenici del mondo: dalla Danimarca alla Grecia e dal Messico all’India. Impartirà, nella sala grande, Jerwood Vanbrugh Theatre, della Rada una lezione dimostrativa, esibendosi in brani musicali e drammatici, tratti dal suo repertorio, in seno ai Musical Masters curati da Jane Streeton. Sarà accompagnato al piano dal pluripremiato concertista russo Konstantin Lapshin.

In Inghilterra, Tomasini, ha interpretato ruoli da protagonista con la compagnia di Lindsay Kemp, in spettacoli d’avanguardia e musical. Lo scorso anno in Italia è stato una eclettica Aida, al Teatro Biondo di Palermo, con la regia di Roberta Torre al Teatro Biondo e Dragica Martinis in Mamma Schiavona al Teatro Astra di Torino. Molto attivo nella performance art, si è esibito, anche con produzioni proprie, in alcuni fra i maggiori musei di arte contemporanea in Europa, il Tate Britain di Londra, Madre a Napoli, CaixaForum a Madrid. Alla radio ha cantato e recitato su tutti i canali della BBC, Classic FM, RAI Radio 3 e in stazioni nazionali in diversi paesi, soprattutto in Spagna e Nuova Zelanda.

Come attore televisivo e cinematografico ha partecipato a progetti per la BBC e la Universal Pictures, diretto, fra gli altri, da Alfonso Cuaròn. Ernesto Tomasini è anche protagonista, accanto ai più grandi controtenori e falsettisti pop contemporanei, del documentario “Voci celestiali – Gli eredi di Farinelli” nel 2013. In qualità di doppiatore ha lavorato per i premi Oscar James Ivory, Ridley Scott e Kevin Spacey. Da nove anni è cantante e autore di musica sperimentale e si esibisce in storiche sale da concerto in giro per l’Europa, collaborando con icone come Marc Almond e Shackleton. La sua discografia conta 10 album, 4 singoli e una colonna sonora per Bruce LaBruce. Nel 2012 è stato inserito nel libro “Eccellenza Italiana”, con presentazione del Presidente della Repubblica.