Si prova a uscire da caos ed ecco la prima mossa. Con un comunicato ufficiale pubblicato sul sito del Catania, la società comunica la nomina di Carmelo Milazzo ( amministratore delegato due stagioni fa ) come nuovo amministratore unico del Catania. Poche righe, dunque, per annunciare che Milazzo prenderà il posto dell’intero Cda precedente decaduto dopo le dimissioni del presidente Pulvirenti.

Prima mossa, dunque, per provare a uscire dal caos e, soprattutto, per far fronte alle numerose scadenze a partire dall’iscrizione al campionato di Serie B: il termine ultimo per presentare la fideiussione scade proprio oggi. Servono 800mila euro.

Lo scorso 25 giugno, quindi in piena tempesta, sono scaduti sono scaduti i termini per presentare alla Covisoc, l’organo Figc che verifica i bilanci dei club.

E mentre il Catania prova a riorganizzarsi a capire dove e con quanti punti di penalizzazione giocherà nella prossima stagione, Lucas Castro saluta e diventa ufficialmente un giocatore del Chievo.

Trattativa e passaggio, in realtà, sono stati chiusi già qualche settimana fa, prima che scoppiasse la bufera che ha travolto i vertici societari. Castro approda, dunque, al Chievo dove ritrova mister Rolando Maran, con cui ha disputato la sua miglior stagione in Italia, e Mariano Izco, ex capitano del Catania che fu.

Si tratta del primo movimento di mercato di questa calda estate rossazzurra: se il Catania dovesse realmente giocare in Lega Pro, quello di Castro sarebbe certamente il primo di una lunga serie di addii.