«Non abbiamo bisogno di guide, guerre, rivoluzioni, ma di coscienze che si aprono verso la libertà. L’amore non fa differenza tra i colori, l’amore non ha padroni, appartiene al cuore del mondo e il mondo siamo noi. Niente più bandiere, niente più confini, niente più distanze, niente più muri. Nati sotto lo stesso cielo, spinti dallo stesso vento, in ogni uomo abita un cittadino del mondo».

E’ questo il messaggio che vuole lanciare forte e chiaro Emanuele Di Giorgio, leader del gruppo catanese Ciauda, che sarà protagonista domani, venerdì 9 ottobre, della serata “Cittadino del mondo”.

Il Cortile della Cgil di Catania ospiterà l’evento dedicato a uno dei tanti eroi dei giorni nostri, un uomo egiziano che aveva trovato il coraggio di “voltare” le spalle alla propria terra per cercare fortuna in un posto migliore, più accogliente. Ma ad accogliere la sua vita è stato il mare, co-protagonista di questa tragedia, così simile e così diversa da tante altre.

«L’idea – racconta Di Giorgio – nasce dal brano “Un fantastico destino”-  pubblicato il 19 giugno nel nostro nuovo album Unnè3 – che abbiamo dedicato proprio al cittadino del mondo e, nello specifico, a quest’ uomo egiziano, la cui storia ci ha colpiti particolarmente. Il brano nasce da una frase estrapolata dal biglietto d’amore che è stato ritrovato in spiaggia due giorni dopo la sua morte».

Una serata che vuole stimolare nel pubblico una riflessione, ma che vuole essere anche occasione di festa, di musica e, soprattutto, di integrazione.

Dopo questa tappa catanese il gruppo sarà al Puglia sound festival il 28 ottobre per presentare l’album che conclude la trilogia di “Unnè”.

Gli ospiti della serata “Cittadino del mondo” saranno: Domi Africa percu, Massimo Martinez Chitarrista  (Caruana Mundi), Elisa Pezzino delle Flamencolè (danza flamenco), Gabriele Arena (armonicista), Giancarlo Lo Presti (performer), Mara Diop (cantautore senegalese), Tapha Ngom (percussionista afro), Romina Pinchia performer (musiche in), Alessandra Pirrone  (cantautrice), Beija-flor (duo acustico), Tiziana Gilletto (attrice), Oumy Mbaye (percussionista afro), Gioia Luce  (performer), Noemi Costanzino (basso), Adriano Carnabuci (percussionista dei “siciliano sono”), Ousmane Sene, Antonio Alma (sax). Ci sarà anche un’estemporanea di pittura e quatto piccole mostre di pittori da mondo.