Una pulizia straordinaria per dare un segnale di civiltà. E’ questo l’obiettivo degli studenti dell’Università di Catania e dei marines americani della base di Sigonella che mercoledì 16 dicembre saranno al Monastero dei Benedettini per un progetto di volontariato civico che prevede la ripulitura di volumi custoditi e di spazi all’interno della Biblioteca e della facoltà.

L’evento vuole sensibilizzare il pubblico al rispetto dei luoghi di studio, rafforzandone il senso di appartenenza e di solidarietà, forse anche in risposta agli atti vandalici che si sono recentemente verificati.

I marines americani di Sigonella saranno presenti nell’ambito del progetto “Community Relations”. E hanno già preso parte a simili progetti in tutti i principali siti archeologici di Catania, inclusa la Cattedrale, il Castello medievale Ursino, il Teatro Romano in piazza Stesicoro, il Teatro Greco Odeon, la Chiesa di San Nicolò L’Arena, le Terme Romane in piazza Dante, la strada romana del Monastero dei Benedettini, il Museo della Città di Aidone, in provincia di Enna, il sito archeologico di Morgantina, lIpogeo preistorico delle grotte Calaforno a Giarratana in provincia di Ragusa.

«Siamo orgogliosi come Atlas di poter prendere parte attivamente a questa iniziativa organizzata da tutti gli studenti, come avvenuto già in numerose occasioni al fianco dei marines – ha detto Simone Dei Pieri, portavoce di Atlas. Riteniamo che sia importante l’intervento dei ragazzi in favore della propria università, ragazzi che si preoccupano di quali sono le condizioni dei luoghi dove studiano, sentendoli propri invece di avvertirli come luoghi asettici! Invitiamo chiunque voglia ad unirsi a questo magnifico progetto».