Peter Pan è sicuramente tra i personaggi più amati, un punto di riferimento al quale tendere per godere a pieno della propria giovinezza. Ma quando un uomo di trent’anni è convinto – e molto spesso lo è – che la miglior cura contro l’età che avanza sia mantenere le stesse abitudine di quando aveva la metà dei suoi attuali anni, è lì che ogni donna dice basta.

Ecco un catalogo, proposto dal sito Itrentenni.com, su ciò che le donne non tollerano più dagli uomini entrati negli “enta”. Maschi, prendete appunti, perché molto di ciò che leggerete vi rispecchia e non sono comportamenti di cui andare esattamente fieri.

Il rutto libero. Non è mascolino, non è sexy e non è divertente. E’ solo volgare.

La sacca dello sport lasciata a “marcire”. Dopo un’ora di palestra o di calcetto, i capi indossati non sanno esattamente di fiori. Non è il caso dunque di lasciarli per giorni a putrefarsi nella borsa, né di sperare che si auto-puliscano entrando da soli dentro la lavatrice.

“Quella di mia mamma è più buona”. Nessuna compagna spera di battere la mamma, soprattutto a tavola. Certo, un complimento ogni tanto dopo aver divorato in un boccone una teglia di pasta al forno non offenderebbe nessuno.

“Io reggo l’alcool”. Con l’età aumenta l’esperienza, non la capacità di smaltire l’alcool. E dopo anni di bagordi, ritrovarsi ubriachi a vomitare sul ciglio di una strada non è il tipico esempio di responsabilità.

Le foto demenziali. Tra amici, inviarsi autoscatti improponibili e foto hot è un modo primitivo di tener vivo un rapporto. Una donna, invece, rinuncia con gioia a tali dimostrazioni di complicità, anzi lo trova imbarazzante.

Gli atteggiamenti alla “mi cadono tutte ai piedi”. Vi piace essere adulati o corteggiati? Amate flirtare? Non considerare il tradimento un peccato? C’è una sola risposta a tutte queste domande: restate single.

Lo sbuffo. Se dopo una giornata trascorsa a cucina, lavare, fare la spesa e altre faccende casalinghe occorre buttare la spazzatura, non sbuffate. Soprattutto perché tutti quei compiti li ha svolti lei.

In amore non vince chi fugge. Se sei un pilota di Formula 1, dimostralo in pista, non sgommando dopo averla fatta scendere dall’auto senza aspettare che sia entrata a casa.

O lei o la Playstation. Non giurare il falso sulla “ultima” partita alla console. Ne farai un’altra subito dopo, sperando che lei non se ne accorga.

DONNE DI 30 ANNI, CIO’ CHE GLI UOMINI NON TOLLERANO