Sono stati 284 i palermitani che hanno “aderito” al “No Flu Day” organizzato dell’Asp di Palermo effettuando la vaccinazione antinfluenzale questa mattina a Piazza Verdi. A due passi dal Teatro Massimo, l’Azienda sanitaria provinciale ha allestito un piccolo villaggio della salute: a bordo di due camper ed all’interno di 4 gazebo, medici ed infermieri hanno accolto i tantissimi utenti arrivati anche dalla periferia.

“Vaccinarsi rappresenta una vera e propria assicurazione sulla propria salute – ha sottolineato il direttore generale dell’Asp di Palermo, Antonino Candela – la campagna vaccinale ha preso il via da poco meno di un mese e, grazie anche al coinvolgimento dei medici di famiglia, c’è stato un evidendente incremento delle vaccinazioni rispetto allo scorso anno. Abbiamo voluto allargare l’offerta andando ancora una volta incontro alla gente proponendo la vaccinazione in piazza. La risposta è stata talmente numerosa che relicheremo l’iniziativa, già, giovedì a Terrasini in occasione di una giornata dedicata alla ‘Prevenzione in Piazza’. L’Asp ha acquistato, complessivamente, 202.800 dosi di vaccino antinfluenzale e 186.200 sono già state distribuite”.

Il “No Flu Day” organizzato a Piazza Verdi dall’Asp di Palermo si inserisce nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione promosse dall’Assessorato regionale della Salute sull’importanza della vaccinazione. Si ricorda che la vaccinazione è gratuita, oltre che per tutte le persone di età superiore a 63 anni, anche per i soggetti in età pediatrica o adulta affetti da malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio, circolatorio, uropoietico, da diabete e da altre malattie del metabolismo e da sindromi da malassorbimento intestinale. Per usufruire del servizio è sufficiente presentarsi negli ambulatori dell’Asp muniti di un documento di riconoscimento.

La vaccinazione antinfluenzale è anche effettuata dai medici di Medicina generale e dai Pediatri di libera scelta: sono 960 i medici di famiglia che hanno aderito all’apposito programma promosso dall’Assessorato Regionale alla Salute.