Il prossimo 11 maggio Valeria Marini sposerà il suo compagno palermitano Giovanni Cottone. Lo hanno annunciato i due futuri sposi in un’intervista al settimanale “Chi”.

“Sarà l’11 maggio, in chiesa, in Vaticano, davanti a Sua Eccellenza Monsignor Francesco Gioia. Dagli amici
non vogliamo regali, ci basta la loro presenza. Chiediamo invece di fare donazioni all’Amri (l’Associazione malattie reumatiche infantili, di cui la Marini e’ madrina, ndr), e alla Fondazione Artemisia, presieduta dal mio ginecologo, il professor Claudio Giorlandino”.

La soubrette romana classe 1967 racconta: “Gianni me lo aveva chiesto da tempo, ma lo facciamo adesso, perche’ e’ un passo importante e volevamo essere sicuri. Una relazione e’ fatta di sentimento, e questo e’ stato subito forte. Ma anche di equilibrio, cosa che e’ giusto verificare nel tempo”. E per mettere a tacere chi pensasse a una trovata pubblicitaria, la showgirl precisa subito: “E certo che lo facciamo, mica scherziamo. A Roma, ma in maniera riservata, da soli, con il prete. E’ bello e impegnativo”.

Testimoni della coppia saranno, per l’imprenditore italiano del settore elettronico di 55 anni, “Gigi D’Alessio, amico carissimo e primo a sapere del nostro progetto”, mentre per la Marini “Anna Tatangelo, Maria
Grazia Cucinotta e Ivana Trump. Gianni – prosegue la Valeriona nazionale – , io ne voglio tre, dovrai scegliere gli altri nomi”.

Nell’intervista la Marini non esclude l’ipotesi di una prossima maternita’: “Ci sposiamo anche per questo, per costruire qualcosa insieme. Gianni ha gia’ un figlio, Andrea, di 23 anni, e fa un po’ il papa’ anche con me. Un figlio e’ il mio sogno, si tratta solo di dedicarsi al progetto. E chi mi dice che ho 45 anni sappia che, dentro, sono giovanissima, quasi trentenne”. 

Gi.Co.