Si è svolta ieri, presso l’Orto Botanico di Catania, l’incontro consuntivo 2015 della delegazione FAI Catania. L’evento ha visto protagonista la volontà dei soci e delegati di portare avanti la mission della fondazione.

Ha aperto l’incontro Marina Cafà, fondatrice del FAI Giovani Catania, affermando che il loro «è un piccolo impegno per un grande obiettivo: valorizzare il nostro territorio, e il primo passo è la sua conoscenza.» Scopo della fondazione è creare una rete con le realtà locali e stipulare convenzioni con le associazioni e gli enti culturali presenti nella provincia, come ha sottolineato la delegata Lea Mirone.

Hanno presieduto all’evento anche Antonella Mandalà, capo delegazione, che ha illustrato tutte le attività svolte quest’anno sia a livello locale che nazionale, la professoressa Marilisa Yolanda Spirronello, che ha descritto il FAI Giovani come un’occasione formativa per i più giovani per fare esperienza e per confrontarsi con i beni culturali del proprio territorio, e la delegata Tiziana Sandrinelli, che ha sottolineato come «la salvaguardia del patrimonio si basa sul coraggio e il valore del voler fare di ciascuno di noi. La bellezza non risiede solo nei beni da tutelare, ma anche nelle persone che voglio agire, come i soci FAI.»

Momento intenso è stato la visione del film documentario «La Civita: oltre l’orizzonte degli eventi», vincitrice del secondo posto al concorso nazionale FAI “I luoghi del cuore 2011”.

a cura di Alessandra Romeo