Un Palermo grintoso porta a casa tre punti dalla trasferta di Cagliari e condanna la squadra sarda alla serie B. Decide il match un gol di Franco Vazquez al 9′ del primo tempo in una gara ricca di azioni da gol.

Iachini si affida al classico 3-5-2 con Vazquez e Belotti in avanti e Quaison sulla corsia destra. Festa risponde con un 4-3-1-2 con Cop e Farias in avanti.

Partita brillante e divertenete con le due squadre che non si risparmiano e creano numerose azioni da gol. Al 4′ un tiro di Cop termina di poco fuori. AL 9′ una pennellata di Vazquez porta i rosanero in vantaggio con un sinistro a giro che batte Brkic. Nona rete per l’italo argentino che eguaglia il suo numero di assit stagionale (sono nove infatti gli ultimi passaggi vincenti del Mudo).

Intorno al 15′ altra grande azione del trequartista rosanero che smarca in area con un bel cross basso Belotti, ma l’attaccante bergamasco si fa ipnotizzare due volte da Brkic.

Chochev ha una buona occasione dieci minuti più tardi su cross di Quaison, ma il suo sinistro termina fuori. Al 35′ miracolo di Sorrentino che prima devia in corner un tentativo di controbalzo di Ekdal e poi effettua un doppio grande intervento su Cop e Farias.

Nella ripresa i rosanero scendono in campo in maniera meno aggressiva e fioccano le azioni da gol per gli ospiti che però non pervengono al pari sia per imprecisione sia per delle belle parate di Sorrentino, oggi in splendida forma.

La squadra di Iachini si butta in avanti con Belotti e Quaison, ma oggi l’attaccante dell’under 21 non è lucido in diverse occasioni. Bella invece un’azione di Belotti al 71′ :  la punta rosa, dopo una serie di dribbling , smarca Quaison che calcia debolmente sulle braccia di Brkic.

Iachini manda in campo Della Rocca e Maresca per far respirare il centrocampo rosa un po’ in affanno e nel finale c’è spazio anche per il baby rosanero Accursio Bentivegna, che alla sua prima azione impegna BrKic in angolo. Nei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro Cervellera, il Cagliari non riesce a sfondare la solita difesa rosanero, e il match si conclude sullo 0-1. Per i sardi è notte fonda perché arriva la retrocessione matematica, il Palermo invece vola a 46 punti agganciando il Milan.