Chiedono un incontro urgente con il presidente Rosario Crocetta o a settembre sarà sciopero. E’ l’ultimatum al governo della Regione Siciliana dei lavoratori contrattualizzati a termine e del bacino Lsu degli Enti Locali, delle strutture del comparto Sanità, dei dipartimenti regionali della Protezione Civile, dell’Acqua e Rifiuti e dell’Ambiente, e di tutti gli altri Enti regionali e territoriali utilizzatori.

Le segreterie regionali di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, già il 29 ottobre dello scorso anno, hanno richiesto al governo regionale di istituire una cabina di regia per affrontare e definire la vertenza del precariato di tutta la pubblica amministrazione siciliana. Questo organismo, però, è stato più volte annunciato ma mai attuato.

“Ancora oggi – sostengono i sindacati – permane lo stato di gravità relativamente alla vertenza in atto, ulteriormente peggiorato dalla fallimentare attuazione della legge regionale n. 5 del 2015 e della recente legge di stabilità regionale n. 9/2015, sia in termini di attivazione dei processi di stabilizzazione che di garanzia delle proroghe”.

Nessun passo è stato compiuto dal governo nenache dopo il 12 maggio scorso, quando i precari hanno dato vita a uno sciopero generale della categoria, con concentramento presso le prefetture di Agrigento e di Messina, seguito poi da svariate altre manifestazioni locali e da un’ora di sciopero generale il 29 luglio scorso, proclamato da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl.

“Tutto questo, – continuano  Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl – mentre l’Anci Sicilia ha da tempo avviato un confronto con le Organizzazioni sindacali e con il Governo centrale ed ha sollecitato la deputazione siciliana al Parlamento nazionale, quasi a supplire alle competenze del Presidente Crocetta e del Governo regionale, trinceratisi dietro un cinico assordante silenzio”.

Quindi Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl dichiarano “che o il Governo regionale corre ai ripari, recuperando il gap sin qui accumulato, o il battage mediatico e sindacale sarà senza pari, ad iniziare dall’organizzazione di una grande manifestazione prevista già per settembre prossimo”.