Francesca Puglisi, responsabile Scuola della segreteria del Pd, e i parlamentari democratici Ignazio Marino e Vincenzo Vita si sono recati all’ospedale Santo Spirito di Roma per fare visita a Giacomo Russo, il precario della scuola palermitano in sciopero della fame dal 16 agosto, ricoverato d’urgenza stamattina perché colto da malore durante il presidio in piazza Montecitorio.

Gli esponenti del Pd hanno portato il saluto del segretario Pier Luigi Bersani, impegnato oggi a Torino, che ha espresso il desiderio di incontrare Russo.

“Non si può rischiare la vita per questo governo – ha dichiarato Puglisi – Siamo disponibili ad iniziare uno sciopero a staffetta con i nostri parlamentari e amministratori, come si è fatto per il caso Eluana, a sostegno della battaglia dei precari per una scuola pubblica di qualità.

Chiediamo che il governo ritiri i tagli dell’art. 64 della 133 e assuma gli insegnanti che servono per coprire le cattedre vacanti, per dare le risposte di sostegno ai bambini con disabilità e per garantire il tempo pieno. Siamo in una vera e propria emergenza educativa. I precari della scuola scioperano non solo per difendere il proprio posto di lavoro, ma per salvare la scuola che è un baluardo per la difesa della democrazia nel nostro Paese”.

Fonte Italpress