Il governo Crocetta ha approvato, nel corso dela riunione di giunta di oggi, il piano di interventi per affontare le priorità che riguardano la Sicilia: viabilità interna, dissesto idrogeologico, viabilità secondaria, aree di crisi complesse, porti. Sarà realizzato nei prossimi due anni attraverso il Patto per lo sviluppo da sottoscrivere con il governo nazionale.

Gli interventi nel dettaglio saranno illustrati dal goverantore Rosario Crocetta la prossima settimana.

La giunta regionale nella seduta odierna ha anche deliberato, su proposta dell’assessore all’Economia Alessandro Baccei, il ricorso all’anticipazione della liquidità finanziaria mediante la Tesoreria regionale, in attesa dei fondi che devono essere trasferiti dallo Stato. Questa decisione consentirà di sbloccare le risorse necessarie a certificare la spesa comunitaria per raggiungere l’obiettivo entro la fine dell’anno e coprire le spese obbligatorie.

E’ stato approvato, inoltre, il piano di equilibrio, da proporre alla presidenza del Consiglio dei ministri,  sui conti della Regione per il 2016 e il 2017. Si punta alla ristrutturazione delle entrate della Regione in modo tale da permettere una programmazione pluriennale della spesa. Il piano, tra l’altro, prevede di non utilizzare per i futuri esercizi finanziari, spese riservate allo sviluppo e alle infrastrutture per il risanamento dei conti.