La Procura della Repubblica di Termini Imerese ha ordinato il sequestro negli uffici dell’Anas della documentazione dell’appalto per il viadotto Scorciavacche sulla statale 121 Palermo-Agrigento e del tratto di accesso crollato pochi giorni dopo l’inaugurazione.

Il provvedimento è stato deciso dal procuratore Alfredo Morvillo e dal sostituto Francesco Gualtieri. I magistrati incontreranno nel pomeriggio alcuni consulenti che si apprestano a nominare per risalire alle cause del crollo.

Solo dopo saranno decise le operazioni tecniche da eseguire. Se si tratterà di atti “non ripetibili” saranno individuate le persone da iscrivere nel registro degli indagati come adempimento tecnico dovuto in questa fase iniziale dell’inchiesta. L’area interessata al crollo e il viadotto Scorciavacche erano stati già sequestrati.