Agira – La memoria è una cosa importante, soprattutto per le nuove generazioni: conoscere il nostro passato in molti casi serve per affrontare  meglio il futuro e spesso evitare di ripetere errori imperdonabili.

Il 27 gennaio è uno di quei giorni nati ormai con la funzione di ricordare, imprimere nella mente soprattutto dei giovani, la Shoah. Un giorno della memoria, per parlare dei giorni più bui nella storia recente dell’umanità.

Per questo motivo siamo lieti dell’imput dato alle scuole ennesi ma non solo, dall’associazione don Milani di Agira per partecipare all’VIII edizione del concorso in memoria dei tragici eventi che hanno segnato la storia europea del ‘900.

L’iniziativa, bandita dal Ministero dell’Istruzione, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, per l’anno scolastico 2009/2010: è rivolta a tutti gli allievi del primo e secondo ciclo di istruzione.

Il concorso – ha detto la presidente dell’ associazione don MilaniVeruska Caruso – ha come oggetto la produzione di elaborati di tipo storico-documentale e/o artistico-letterario. Gli elaborati possono articolarsi in: ricerche, saggi, articoli di giornale, rappresentazioni teatrali, opere di pittura/scultura, musicali, cortometraggi etc., utilizzando più forme e canali espressivi”.
Il tema sarà differente per i diversi corsi di studio.
Il concorso – ha proseguito l’ ins Veruska Caruso – consente ai giovani da un lato di potersi esprimere in diverse forme incentivandone la creatività dall’ altro permette di approfondire un’ argomento di particolare importanza contro ogni forma di discriminazione e intolleranza”.

Ogni scuola partecipante, entro il 10 Dicembre 2009, dovrà inviare tutti i lavori prodotti ai rispettivi Uffici Scolastici Regionali di competenza.

Per maggiori informazioni si può consultare il bando presente nel sito della Pubblica Istruzione.

Partecipate, partecipate, partecipate!

Fonte foto: con-tatto.org