Indubbiamente bravo, con una gran voce, ed anche bello. Così lontano dall’immagine stereotipata e forse un po’ ‘polverosa’ dei suoi colleghi. E’ il tenore Paolo Fanale, palermitano doc, 33 anni, che in pochi giorni ha conquistato il web.

Il merito è di un video di due minuti postato dall’Orchestre de Paris sulla propria pagina Facebook. In sei giorni la sua prova dello “Stabat Mater” di Rossini ha avuto più di un milione duecentocinquantamila visualizzazioni, cioè dieci volte più degli altri video dell’orchestra.

Entusiastici i commenti degli internauti, che parlano di “voce divina” e “fisico da Dio”.
Sì, perché Fanale, oltre a cantare magistralmente, possiede una prestanza fisica non indifferente: nel video si esibisce con una semplice t-shirt attillata che valorizza i suoi bicipiti muscolosi, uno dei quali adornato da tanto di tatuaggio.

Biondo ed affascinante, Fanale nonostante la giovane età vanta già un curriculum di tutto rispetto nel mondo della lirica: si è infatti esibito nei teatri più famosi del mondo, come la Scala di Milano ed il Covent Garden di Londra.