Due quintali di rifiuti ingombranti, tra cui mobili e cianfrusaglie, e trenta sacchi di immondizia. Sono stati raccolti da trenta volontari di Legambiente, che stamane hanno ripulito e sgomberato lo stand Florio, la struttura in stato di abbandono e degrado di via Messina Marina, a Palermo, realizzata nel 1906 su progetto di Ernesto Basile.

Grande soddisfazione è stata espressa da Gianfranco Zanna, direttore regionale di Legambiente Sicilia. “Non solo denuncia, ma un impegno concreto – spiega Zanna -. Noi lo stand Florio lo vogliamo salvare fattivamente. Nei prossimi giorni metteremo i vetri e rafforzeremo gli infissi. Poi procederemo con la pulizia del giardino, bonifica e cura del verde”.

Legambiente chiede l’affidamento del bene: “Basta con questo balletto di responsabilità: il demanio – aggiunge Zanna – deve decidere, ha lasciato nel limbo, nella terra di nessuno questo gioiello. Bisogna accelerare l’iter del passaggio alla Regione, almeno ci sara’ un titolare nella salvaguardia. Il nostro obiettivo – conclude Zanna – è restituire la struttura ai cittadini, renderla fruibile a tutti. Dallo stand Florio deve partire la rinascita della costa e della città oltre il fiume Oreto”.

im