E’ stato un week-end orribile sulle strade siciliane e in particolare di Palermo e della sua provincia. Sei morti e tre feriti alcmeno due dei quali gravi in sei incidenti stradali ed un incidente di caccia. E la metà degli incidenti ha riguardato pedoni.

La lunga scia di sangue è iniziata nella notte fra giovedì e venerdì, una sorta di anticipo di week-end iniziato con l’investimento diSalvatore Spera, 42 anni di Valledolmo, travolto da una Toyota Aygo nei pressi dell’ingresso del molo Santa Lucia del Poto di Palermo in via Francesco Crispi e morto poco dopo.  IL VIDEO

Venerdì è toccatouna donna essere investita da un Tir in via Giafar, a Brancaccio, ma è sopravvissuta miracolosamente, riportando soltanto la frattura di un braccio. IL VIDEO

Sabato il terzo incidente con la seconda persona uccisa. Liliana Spoto è stata travolta in via Oreto ed è morta sul colpo

Ma nonostante i tre incidenti con due vittime, la strage di pedoni è stata solo l’inizio della lunga scia di sangue. ieri, domenica, è stata una giornata da dimenticare apertasi con uno scontro in autostrada tra una Volkswagen Golf e un’Alfa 147 è deceduto un giovane di Villabate di 26 anni. Insieme a lui viaggiava un altro giovane che è rimasto ferito.

La vittima si chiamava Giuseppe Milazzo di 26 anni mentre Fabrizio Basile di 27 è stato trasportato all’ospedale Civico in gravi condizioni.

Nel corso della medesima notte, intorno alle 4,30, anche la statale 113 offriva il suo tributo di sangue. Al chilometro 247 in territorio bagherese  perdeva la vita un panettiere Agostino Carista, 44 anni residente a Bagheria che alla guida di una Suzuki Gsr 600 si scontrava con una Fiat Panda guidata da una giovane palermitana, ma residente a Santa Flavia.

Già domenica mattina. dunque, il bilancio era salito a quattro morti e due feriti uno dei quali grave.

Poche ore dopo anche la Palermo – Agrigento, nota come la strada della morte, era teatro dell’ennesimo incidente. nello scontro fra due motociclette nei pressi dell’abitato di Castronovo  di Sicilia e a pochi passi dalla stazione ferroviaria moriva Antonio Di Chiara, 54 anni. ferito il conducente dell’altro mezzo.

Il bilancio delle vittime della strada fra venerdì notte e domenica è, dunque, di 5 morti e tre feriti almeno uno dei quali molto grave. Va aggiunto un altro incidente che ha fatto registrare feriti che non sono in pericolo di vita ad Altofonte ma che ha costretto i vigili del fuoco a tagliare le auto per estrarre le persone incastrate all’interno.

GUARDA LE IMMAGINI

Ad appesantire ulteriormente il già drammatico bilancio, infine, anche un incidente di caccia avvenuto in contrada Cardonera di Mezzojuso, sempre nel palermitano.  rimanere ucciso da un colpo di fucile partito dall’arma di una compagno di battuta di caccia al cinghiale è stato Un uomo di 41 anni di Villafrati, Vincenzo Pollaccia.

Un week-ed, da dimenticare che ci lascia, dunque, ben 6 vittime. E la nuova settimana inizia con un altro incidentemortale fra Balestrate ed Alcamo. Leggi qua