Azioni legali a tutela dei cittadini contro l’ennesimo ‘tassa sul macinato’ imposta dal Comune di Palermo. Le annuncia il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale , Raoul Russo, in una nota nella quale esprime la più totale disapprovazione del movimento al ‘nuovo balzello introdotto surrettiziamente con l’approvazione del contratto di servizio AMAT, alla vigilia di Natale dall’Amministrazione Orlando’.

“A Palermo con il nuovo pass dal costo di cento euro, (oltre bolli e diritti, quindi almeno 120 reali) è stata istituita una nuova, odiosa,” tassa sul macinato”, sulla pelle dei palermitani. A farlo è stata l’amministrazione Orlando, con il supporto dei suoi consiglieri e di quelli della “sedicente” opposizione, che hanno consentito l’approvazione del nuovo contratto di servizio dell’ AMAT, che prevede ( illegittimamente ?) anche la nuova tariffazione per l’ingresso nelle ZTL”.

“Approvare una tariffa del genere, che non prende in considerazione la tipologia delle auto, la cilindrata, la capacità reddituale, le necessità dei residenti e dei lavoratori, uniti all’aumento de numero e del costo delle strisce blu, costituisce nei fatti, soltanto un atto vessatorio nei confronti dei cittadini, spremuti come limoni per tenere in piedi i conti della fallimentare amministrazione comunale”.

“Non siamo contro l’avvio del Tram ,anzi, ma riteniamo che per sostenerne i costi l l’amministrazione non può tartassare oltremodo i cittadini, che peraltro, per poter accedere alla ZTl, non ne potranno usufruire, dato che le linee non le percorrono. Peraltro, essendo in assoluto ritardo sia il passante ferroviario, sia la chiusura dell’anello, cioè le altre due opere fondamentali del sistema integrato di mobilità urbana, coloro i quali devono accedere in città o comunque nelle ZTl, in presenza di un sistema di trasporto pubblico assolutamente insufficiente, non avranno alternative valide all’utilizzo del mezzo privato, vanificando qualsiasi effetto potenzialmente positivo in termini di riduzione di inquinamento ambientale”.

“In questo contesto – aggiunge Russo-fà sorridere l’enfasi posta da parte dei consiglieri comunali del “cosiddetto “ centro- destra, sul risibile sconto ottenuto di venti euro rispetto alla previsione iniziale, barattata con il sostanziale via libera al provvedimento della giunta Orlando.
“ FdI-AN supporterà tutte le iniziative legali di associazioni e di singoli cittadini, atte a promuovere procedure giudiziarie per dichiarare illegittimi questi atti assolutamente “pazzeschi”e dall’impatto assolutamente negativo per la città”.

“Ci ripromettiamo altresì di incontrarci nei prossimi giorni, con tutte quelle forze politiche e sociali, che vogliano condurre una reale campagna di opposizione al malgoverno cittadino, capace in prospettiva, di costruire una proposta alternativa seria, coerente e credibile, in termini di uomini e programmi, in vista delle prossime elezioni amministrative”.